Allontanamento Vipere

//sacitalia.it/wp-content/uploads/2018/01/allontanamento-vipere-sacitalia.jpg

Gli ofidi presenti in Italia appartengono a due famiglie, quella dei colubridi e quella dei viperidi, a differenza dei primi che risultano essere innoqui la famiglia dei viperidi conta quattro specie tutte velenose, si tratta delle vipere.
Tuttavia i serpenti generano spesso paura e panico alla sola vista, pur se si tratta di specie assolutamente innoque, praticamente delle semplici bisce.

I rettili sono una specie protetta, pertanto non devono essere eliminati, basta semplicemente allontanarli dalla struttura così da evitare episodi di panico da parte delle persone o, in casi estremi, ferimento o avvelenamento da morso.

Inltre, ci sentiamo in dovere di sfatare il mito secondo cui qualsiasi serpente sia velenoso, in realtà solo il 15% delle 3000 specie di serpenti velenosi di tutto il mondo è considerato velenoso per l'essere umano.

Come riconoscere un serpente velenoso:
Purtroppo non esiste un metodo per poter riconoscere un serpente da lontano, non vi fidate delle dicerie in base alle quali le vipere e gli altri serpenti non velenosi possono essere riconosciuti semplicemente osservandone a distanza il colore o altre caratteristiche.

Tuttavia se avessimo la possibilità di osservare i serpenti da vicino, noteremmo che i Viperidi hanno pupille strette ed alte, a forma di fessura come quelle dei gatti; differentemente, i colubridi hanno pupille di forma rotonda. Inoltre nei viperidi noteremmo due denti grandi c.d. Denti del veleno, questi non sono presenti nei colubridi che attaccano le loro prede soffocandole o, nel caso di piccole prede, ingoiandole vive.

Non bisogna farsi prendere dal panico:
Generalmente un serpente non tenterà mai di attaccarci o aggredirci a meno che non si senta disturbato o minacciato dalla nostra presenza. La maggior parte delle aggressioni e dei morsi di questi rettili è causata da tentattivi di cattura, o da gesti imprudenti come mettere le mani tra pietre o cespugli senza accorgersi della presenza dell'ofide che, sentendosi minacciato, reagisce.

Al contrario, i serpenti mediamente non sono aggressivi, anzi puntano molto sulla difesa; per scongiurare i pericoli essi crecano in tutti i modi di mimetizzarsi restando immobili, se il pericolo si avvicina troppo l’ofide tende a scappare e solo se la fuga viene ostacolata deciderà di attaccare, in questa fase il serpente inizierà a gonfiarsi per apparire più forte e ad emettere rumoroso soffio.

CONSIGLI E RIMEDI:

A tutt'oggi l'unico metodo praticabile nel rispetto delle normative in vigore consiste nell'allontanamento mediante creazione di barriere repellenti intorno alle aree interessate dall'infestazione.
Questo metodo sfrutta lo sviluppatissimo senso dell'olfatto degli ofidi, che alla percezione di un odore per loro irritante e sgradevole eviteranno di oltrepassare la barriera creata ed, in ultimo, di frequentare quell'area abitualmente.

Consigliamo vivamente l'intervento tecnico per questo tipo di problema.

//sacitalia.it/wp-content/uploads/2018/01/banner-RICHIEDI-preventivo.png